Posts Tagged ‘bagnoecommerce.it’

Accessori bagno e arredo per la casa: IBB Bonomi

Industrie Bonomi, note come IBB, nasce nel 1974 con l’intento di proporre al mercato dell’arredamento prodotti di pregio e valore per qualità estetico-funzionali e per finiture. Accessori bagno, cucina, tavola e complementi d’arredo per casa progettati e prodotti interamente all’interno dell’azienda, grazie alla presenza in esse di tecnologie e macchinari necessari a tutte le singole fasi di lavorazione.
L’ufficio tecnico presiede il reparto ricerca e sviluppo del prodotto e si anima grazie a idee o richieste dei clienti, della forza di vendita e dalle proposte di architetti e designers esterni all’azienda. L’obiettivo è quello di offrire un prodotto che derivi soprattutto dalle necessità di chi utilizza questi prodotti, di chi vive non solo il proprio bagno come una stanza in cui si svolgono delle esperienze dalle quali partono e si diramano le quotidiane azioni, ma tutta la casa nella quale i prodotti di arredo IBB stimolano il confort personale e ne determinano il benessere. La passione dell’azienda è visibile nelle sue creazioni che vanno dal classico al moderno mininalista, dalle finiture in dorato galvanico all’acciaio moderno, austero ed eco-fiendly. L’offerta di IBB si rivolge anche agli albergatori, con numerosi prodotti: dagli appendini ai gettacarta e ai ripiani per offrire agli avventori quella sensazione di casa e modernità che spesso si cerca quando si è fuori sede. Le proposte sono numerose e, come abbiamo più volte ribadito, complete. Arredare il bagno con IBB diventa semplice e divertente.
Le collezioni di accessori bagno di IBB sono adattabili a tutti i tipi di ambiente bagno. Grande successo per la linea di accessori bagno con dettagli in cristalli Swarovski, piccoli punti luce che donano un tocco chic alla stanza da bagno, pur rimanendo discreti e romantici.
Le finiture disponibili vanno dal silver al gold, proprio perché ogni bagno sia unico e abbia il proprio stile e tocco personale.
Tutti i prodotti IBB Industrie Bonomi sono disponibili nel nostro negozio vendita online accessori bagno: www.bagnoecommerce.it/IBB

Rubinetteria acciaio di qualità italiana, solo il meglio dell’acciaio grazie a Perphorma.

Perphorma produce rubinetteria acciaio di qualità artigianale, pur utilizzando tecnologie innovative per lo sviluppo dei suoi prodotti. La filosofia dell’azienda è prendere dalla tradizione per portare un messaggio di buon senso alla produzione, un motivo di rafforzamento delle loro idee. Così il prodotto diventa la prova concreta della passione e degli obiettivi aziendali: una visione aperta al futuro, che tiene nelle mani il sapere artigiano e nella testa il gusto e la creatività italiane.
Perphorma crede che ciò che rende un oggetto veramente unico, siano l’amore per il proprio lavoro e l’attenzione ai particolari. La bellezza, infatti, nasce da idee semplici, non banali, che si rivela in una tecnologia raffinata e in continuo sviluppo.
Tutti la rubinetteria in acciaio Perphorma è disegnata e prodotta in Italia, qualità garantita dalla massima cura per i dettagli e grazie al supporto di tecnologie avanzate, gusto e stile unici.
Il progresso tecnologico per questa azienda influisce ed influirà in maniera positiva sulla salvaguardia ed il benessere ambientale, contando esclusivamente sull’utilizzo di materie prime nobili ed ecologiche.


Vendita online rubinetteria acciaio Perphorma: www.bagnoecommerce.it/perphorma

Rubinetti in acciaio inox APM su Bagnoecommerce.it

Molti se lo chiedono: perché acquistare rubinetteria in acciaio inox su bagnoecommerce.it?
La risposta è presto data, poiché ci sono cose che si sanno: la rubinetteria in acciaio inox è durevole. L’acciaio inox, infatti, è il miglior materiale con cui produrre un rubinetto in quanto non contiene piombo e non necessita della cromatura a protezione della superficie.
L’effetto lucido sull’acciaio è ottenuto semplicemente mediante una particolare spazzolatura.

La maggior parte della rubinetteria in ottone sul mercato contiene percentuali di piombo nella lega. Il piombo è un elemento dannoso per la salute umana e per l’intero pianeta. Inoltre, l’effetto lucido sull’ottone è ottenuto mediante bagno galvanici con cromo e nichel; anche questi, sostanze dannose per la vita umana e terrestre.

Alcuni Stati stanno mettendo al bando queste sostanze e dunque le lavorazioni che ne vedono l’impiego (basti pensare alla benzina senza piombo).

Se solo questo non bastasse, proviamo con alcune considerazioni. Una prima considerazione da fare è che moltissimi oggetti utilizzati quotidianamente legati al cibo, alla salute, alla pulizia, sono in acciaio inox: pentole, posate, lavelli, ecc..
Non solo: allargando la messa a fuoco, possiamo notare come nelle industrie alimentari, enologiche e farmaceutiche la maggior parte degli oggetti metallici utilizzati sono in acciaio inossidabile, non di meno molti oggetti utilizzati in ambito ospedaliero dove l’igiene deve essere al primo posto.

Tra i pregi di questo materiale troviamo senza dubbio il fatto che è resistente alla corrosione e non contiene piombo, non rilascia nichel e, come abbiamo già detto, non necessita di rivestimenti protettivi (la cromatura) inquinanti per l’ambiente.
L’acciaio ha elevate proprietà igieniche, avendo una superficie ad elevata densità e poco porosa, contrasta la formazione e proliferazione superficiale di batteri. In più, l’acciaio è un materiale completamente riciclabile.

L’azienda APM inox produce rubinetteria da bagno e da cucina in puro acciaio inox e, pur essendo un’azienda piuttosto giovane, ha alle spalle 40 anni di esperienza nella lavorazione di questo metallo.
I loro prodotti riflettono la cura dell’azienda nei dettagli e nel design. Soprattutto, il loro punto di forza risiede nell’eccellente rapporto qualità prezzo.

Tutta la rubinetteria in acciaio inox da bagno e da cucina dell’azienda APM inox è in vendita nello store online Bagnoecommerce.it.

Contattateci allo 080 8978012 per maggiori informazioni e preventivi personalizzati. Abbiamo un solo pianeta ed è ora di curarlo. Scegli la rubinetteria in acciaio inox. Scegli Bagnoecommerce.it.
 

Lavorazione e stampaggio materie plastiche

Qualsiasi materiale utilizzato nei campi dell’industria ha uno specifico metodo di lavorazione, che deve tenere conto delle proprietà fisiche e chimiche del materiale per poterlo scomporre, lavorare e modellare a piacimento.
I metalli, ad esempio, devono essere portati alla fusione per poi passare attraverso determinati processi che andranno a regolare valori come la malleabilità e la duttilità.
Materiali più complessi, invece, devono essere scomposti attraverso metodologie chimiche per poter arrivare al materiale principale.
Altri materiali, invece, vengono scomposti per un fattore di sicurezza: basti pensare alle batterie al piombo, che vengono scomposte in modo da riciclare le plastiche e i metalli che le compongono per poi neutralizzare il piombo presente all’interno.
I materiali plastici, nonostante vengano considerati molto meno preziosi e quindi con un minore livello di attenzione nella lavorazione, non sono da meno e devono seguire una coda di processi per essere lavorati.

Lavorazione e stampaggio materie plastiche

Lo stampaggio delle materie plastiche
Uno tra i processi più utilizzati per la lavorazione della plastica è lo stampaggio, che si divide principalmente in stampaggio ad iniezione e stampaggio a soffiaggio.
Con lo stampaggio a fusione, il materiale plastico viene prima fuso e in seguito iniettato in degli stampi chiusi che sono caratterizzati dalla presenza di una pressione molto elevata.
Ciò avviene attraverso delle presse meccanizzate dotate di una forza di chiusura che arriva all’ordine delle migliaia di tonnellate.
Il materiale viene poi lasciato nelle presse fino al completo raffreddamento.
Nello stampaggio a soffiaggio, invece, avviene con una metodologia completamente differente.
Il materiale plastico, inizialmente sotto forma di ‘bolla’ o ‘ampolla’ instabile, viene inserito in una forma e modellato tramite il soffiaggio di aria all’interno della forma stessa, andando ad espandere le pareti della plastica che andranno ad ottenere la forma desiderata.
In seguito, l’oggetto viene fatto raffreddare e viene estratto dalla forma.
Questo metodo è molto utilizzato per la produzione di oggetti in vetro cavi: un esempio lampante è la costruzione di bicchieri, bottiglie, piccoli vasi e tutto ciò che ne concerne.

La vulcanizzazione
La vulcanizzazione è invece un processo di lavorazione dei materiali plastici che si differenzia dallo stampaggio per una caratteristica principale: se lo stampaggio va a modificare la forma dei materiali plastici, la vulcanizzazione va a modificare le proprietà fisiche di questi ultimi.
Tramite questo processo, infatti, è possibile riutilizzare plastiche come quelle dei pneumatici usati per ottenere un nuovo materiale con una grande elasticità e, di conseguenza, una maggiore resistenza all’estensione.
Questo processo viene attivato tramite l’utilizzo, sul tipo di plastica da utilizzare, di una sostanza sintetica detto elastomero, oltre ad una serie di additivi che variano in base a come si vogliono cambiare le proprietà della plastica.

L’estrusione
Altro processo di lavorazione dei materiali plastici è l’estrusione.
Questo metodo di lavorazione consiste nel comprimere il materiale in una sagoma che andrà a donare la forma alla struttura che si vuole creare.
Nel caso la struttura che si vuole ottenere sia cava, all’interno del foro verrà passata un’ennesima sagoma per formare una superficie interna omogenea e liscia.
Questo processo viene utilizzato principalmente per la costruzione di strutture con dimensioni e forma costanti.
Un esempio sono i vari tubi metallici o plastici, le lastre e tanto altro.

I.P.A. Industrie Plastiche Associate Srl
Via A. Canova, 36055 Nove, Vicenza – Italy

Come scegliere la vasca da bagno in base all’ambiente

“I migliori rimedi contro la depressione sono le buone azioni e dei bagni caldi” diceva Dodie Smith già ad inizio del secolo scorso.

Fare un bagno caldo è l’azione che lava il corpo e la mente e le rigenera, mettendole a contatto con il primo elemento: l’acqua. Capiamo l’importanza di un buon bagno, ma come scegliere la vasca da bagno ideale per noi e per il nostro ambiente bagno?

Anche qui, la prima valutazione è di carattere personale: non a tutti piace dedicare un tempo piuttosto lungo al relax, in quel caso la vostra scelta verterà su un box doccia.
In caso contrario, la vostra scelta si orienterà verso la vasca da bagno la quale, però, richiede uno spazio dedicato maggiore rispetto al box doccia.

Da sempre la protagonista indiscussa dei bagni più chic, la vasca è d’obbligo per chi, appunto, non riesce a rinunciare ai piccoli piacevoli momenti di relax. Ci sono numerose tipologie di vasche che cambiano per forma, dimensioni e tecnologie incorporate. Il modello senza dubbio più diffuso è quello che vede la vasca rettangolare, con una lunghezza variabile tra i 140 e i 180 cm di lunghezza per 70/80 cm di larghezza, installata a ridosso di una parete. Parecchio diffuse anche le vasche ad angolo, che però hanno un ingombro maggiore: parliamo di misure variabili dai 130×130 ai 160×160.

Dunque, in buona sostanza, la scelta della vasca da bagno dipende anche dalle dimensioni della stanza in cui sarà posizionata; per questo distinguiamo tre categorie principali:
• bagni grandi;
• bagni medi;
• bagni piccoli.

I bagni grandi sono quelli che senza dubbio lasciano più possibilità di scelta dell’accessorio giusto, in questo caso è possibile ad esempio utilizzare vasche da bagno circolari o di dimensioni molto grandi arrivando anche ad ingombri, sul lato più lungo di 180 cm.
Nei bagni medi di prediligono vasche angolari e/o asimmetriche.
Nei bagni piccoli invece è consigliato far cadere la propria scelta su vasche da bagno quadrate o comunque molto compatte.

Per quanto riguarda la scelta dei materiali, dominano le vasche da bagno in acrilico. Questo materiale è molto resistente ed utilizzato anche nella produzione di vasche idromassaggio, proprio per la sua capacità di essere lavorato facilmente, inoltre è facile da pulire e in caso di graffi è possibile levigarlo e lucidarlo per farlo tornare con semplicità ad una condizione ottimale. Tra i contro di questo materiale c’è che, pur avendo costi non eccessivi, si sconsiglia il Fai-da-te per l’installazione.

Un’alternativa all’acrilico è la vasca da bagno in vetroresina smaltata, nota per leggerezza, robustezza e disponibilità di colori. Anche qui l’installazione deve essere eseguita a regola d’arte onde evitare l’insorgere di muffe, macchie e flessioni della struttura. Allo stesso modo si presenta l’acciaio smaltata, il quale mantiene le funzionalità positive se lavorato bene e installato con uno spessore non inferiore ai 4 mm.

Infine, la ghisa: materiale solido e isolante e, differentemente dall’acrilico, rende le vasche da bagno piuttosto pesanti.

Il bagno dallo stile romantico è in contrapposizione netta con le linee pulite e moderne del bagno Minimal, come utilizzare Crolla rubinetteria da bagno per il vostro ambiente vintage.

Arredare il bagno in stile vintage può sembrare semplice, in realtà la sfida sta nello scegliere attentamente l’epoca che preferite evitando di mescolare gli stili in modo confuso e disordinato.
Le connotazioni tipiche di questo stile sono: la vasca da bagno in stile vittoriano non incassata, un grande lavabo dalle linee solide e romantiche, piastrelle neutre dai colori pastello o bianche.
Crolla rubinetteria da bagno è l’azienda ideale per dare un tocco di stile in più alla stanza da bagno. L’azienda nasce nel 1963, grazie a Roberto Crolla, nel contesto di un distretto industriale storico per la rubinetteria italiana: Alzo di Pella sul Lago d’Orta.
Le collezioni Crolla rubinetteria da bagno sono tipicamente retrò, anche nelle collezioni più moderne.
Ritroviamo le vecchie manopole a croce con dettagli dorati, che richiamano i vecchi ottoni, oppure i manici bianchi tipici delle antiche valvole: come ad esempio il gruppo vasca con doccia della serie Liberty oppure il gruppo doccia da incasso della linea Boston.
Anche i sanitari diventano importanti e tutto acquista una nuova allure, pur contemplando linee antiche come il lavabo in stile Retrò con struttura a pavimento della linea Ethos Galassia. Ideale per questo stile è il parquet a pavimento, nelle nuances del pesca e con un effetto anticato.
Altro elemento decorativo di una certa importanza è l’illuminazione, che non può essere lasciata al caso: devono dunque predominare lampadari sfarzosi che richiamino un’epoca passata, la calma ed il confort di qualcosa di conosciuto e caldo.
Anche piccoli elementi decorativi sono essenziali: molta attenzione è da prestare alla scelta dei tessili e dei complementi d’arredo.

Ristrutturare bagno Bari con stile diventa un’esperienza sensoriale volta alla ricerca del benessere fisico e mentale con un approccio zen alla ricerca dei materiali.

Il bagno è quella stanza della casa in cui rigenerarsi, ridare nuova forza all’energia vitale tramite il contatto con l’elemento acqua. È quindi importante arredarlo con stile non trascurandone l’aspetto funzionale.

Le nuove tendenze in fatto di arredo bagno, proprio per soddisfare i requisiti stilistici e funzionali, prediligono i materiali a prova d’acqua con un design semplice ma raffinato, vasche da bagno freestanding da posizionare nella stanza dove si preferisce, di fronte ad una ampia finestra o al centro della stanza, la rubinetteria deve avere un design minimal e dotata delle funzioni più svariate: dalla cromoterapia a vari tipi di getto per massaggiare e rilassarsi.

Insomma, il bagno moderno deve avere linee pure, essenziali, semplici ma che non rinuncino alle tecnologie di ultima generazione, per assicurarsi il massimo del benessere e del relax.

Anche i materiali utilizzati hanno una parte molto importante nella riuscita di un ambiente confortevole e avvolgente. I rivestimenti sono da scegliere con attenzione e cura.

Ad esempio, è molto importante integrare elementi naturali che ancora una volta richiamino gli elementi e la natura tout court. Prende il via dunque un’idea di bagno primordiale, con pareti lussureggianti e ampie finestre che affacciano su giardini fioriti e grandi vasche d’acqua dall’aspetto vissuto. È in questo modo che la ragione lascia spazio ai sensi, e permette all’istinto di prendere il sopravvento. I colori per i rivestimenti variano dal verde acceso al color oro, dal bianco candido al nero intenso.

In questo senso ristrutturare bagno Bari può diventare un’esperienza zen: con legno naturale, forme austere e linee rigorose che si rincorrono sulle superfici inducendo al relax e alla meditazione.

Altra tendenza di successo nel ristrutturare bagno Bari è lo stile Shabby Chic, che sdogana il legno decapato e i colori molto luminosi e chiari. Gli accessori in questo stile sono rigorosamente retrò valorizzati da biancheria in fibre naturali ricamata. Ciliegina sulla torta per questo stile è la parete in pietra grezza naturale o il lavabo scavato nella roccia.

Ristrutturare bagno Bari è facile grazie allo showroom Levante Design, raggiungibile in Fiera del Levante al padiglione 120; è aperto tutto l’anno e il team di professionisti è esperto e pronto a consigliarti la soluzione migliore per l’arredo del tuo bagno.