Camera di Commercio – Servizio Telemaco

Quando si parla di camera di commercio si fa riferimento a un ente autarchico, autonomo e pubblico che, nell’ambito della circoscrizione territoriale che gli compete, svolge funzioni che promuovano il sistema delle imprese che vi fanno riferimento. La camera di commercio dal punto di vista giuridico è un organismo autarchico nel senso che gli atti amministrativi che produce hanno la stessa valenza degli atti amministrativi che vengono emessi dallo Stato. Inoltre, è autonoma, e la sua autonomia è stabilita per legge: un’autonomia di carattere non solo amministrativo e regolamentare, ma anche statutario e finanziario.

La camera di commercio è un’istituzione non territoriale, poiché la sua autorità non si estende alla totalità dei soggetti del territorio, ma solo a realtà specifiche; è, invece, locale, in quanto ha a che fare con una circoscrizione di competenza. Tale circoscrizione nella maggior parte dei casi può corrispondere alla provincia relativa, ma possono esserci anche circostanze differenti. Va sottolineato che la camera di commercio non persegue finalità di lucro e quindi non può essere considerata come un ente economico: infatti, l’esercizio delle attività economiche può essere attuato solo marginalmente, e comunque per finalità che siano funzionali agli obiettivi istituzionali. In Italia, tutte le camere di commercio pubbliche fanno riferimento a un ente nazionale, vale a dire l’Unioncamere, che è appunto l’Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria, Artigianato e Agricoltura.
 

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.